I

Bersagliere son io; qui nel seno
Di tre affetti riposto ho il tesor
La mia Patria, la mamma e la bella
Son le cose che porto nel cor.

Bersagliere son io ; dell’antica
Tradizione pur degno sarò
E nei rischi superbo ed audace
II mio canto innalzare saprò:

Piume baciatemi
la guancia ardente
che al bacio un fremito
nel cor si sente.

Piume riditemi
di gloria i canti
E ripetetemi

Avanti ! Avanti !

II

Mamma, mamma se lungi ti sono
Ch’io ti scordi giammai non temer
Della mamma la dolce parola
Serba in cuore ogni buon Bersaglier.

E tu bella ch’hai detto di amarmi
Per me serba l’affetto sincer
Che se il pie’ muove sempre veloce
Fermo ha il cuor ogni buon Bersaglier.

Piume baciatemi
la guancia ardente
che al bacio un fremito
nel cor si sente.

Piume riditemi
di gloria i canti
E ripetetemi

Avanti ! Avanti !

III

E tu Patria, tu palpito sacro
Prima sempre nei nostri pensier
Va superba di noi che la vita
T’ha sacrata ogni buon Bersaglier.

Io la fé’ di tal giuro per sempre
Per te Patria serbare saprò
E sul campo col volto sfiorato
Dalle piume il mio canto dirò :

Piume baciatemi
la guancia ardente
che al bacio un fremito
nel cor si sente.

Piume riditemi
di gloria i canti
E ripetetemi

Avanti ! Avanti !